.::Esox Mania Forum::.

http://www.esoxmania.com
 
IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Turo

avatar

Numero di messaggi : 588
Età : 36
Localizzazione : Prato
Umore : Armonico
Data d'iscrizione : 27.08.10

MessaggioTitolo: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Mer 12 Gen 2011 - 18:58

Ciao ragazzi, vorrei sottoporre a voi un quesito ed un dubbio amletico che mi attanaglia più in senso generale che personale diciamo così.

Ormai siamo in periodo di frega e la pesca al nostro amato esocide (perlomeno dalle mie parti) rimarrà chiusa ancora per qualche tempo, quindi tra un thè caldo e qualche programma sul satellite (per chi cel'ha ovviamente Wink ) cè pure il tempo di fare qualche breve digressione sulle questioni di moralità del pescatore medio.

Io AMO pescare il luccio e lo sottoscrivo a caratteri cubitali, e l'ultima mia pescata risale ormai ai primi di dicembre, poi non son potuto tornare prima della chiusura per motivi di carattere lavorativo e personale, qualcuno di voi potrà dirmi
"ci son sempre i laghi a pagamento" ed è proprio qua che vorrei porre l'attenzione del mio discorso.

Anche se siamo in periodo di chiusura quindi la legge permette benissimo di poter continuare la nostra passione in questi piccoli ambienti privati...bene d'accordo...ma è eticamente corretto?!?! E' giusto?!?!

Qualche giorno fa per esempio son stato al lago vicino casa mia e con mio stupore (ma neppure tanto in fondo) lo vidi pieno di pescatori che facevano lo spinning al luccio (alcuni improvvistari altri un pò più rodati ma poco conta).

Attacco bottone con qualcuno di loro e tutti si son lamentati che non si era battuto chiodo, il lago è pieno di lucci (anche belli) ma nessuna cattura per nessuno...al chè io rispondo "cosa vi aspettate? questo è il periodo della frega, la pesca nelle acque libere è chiusa fino a primavera e le femmine con le uova son tutte immobili ancorate al fondo in catalessi...se vi va bene pigliate qualche maschietto spaurito".

Poi dopo un pò me ne vado pensando che anche se non cè la legge che dà ragione alla "causa comune" in questo momento, in quel preciso contesto ci pensa la natura stessa...

Io sono sincero, bramo dentro di me nel poter tornare tentare il mio amico il prima possibile ed ho pensato anche all'opzione di recarmi in quel posto, ma dentro di me cè qualcosa che me lo impedisce...quella famosa "etica personale" che come dicevo nel titolo del mio topic, in questo caso è l'unico ago della bilancia...e stò bene così...

Voi cosa ne pensate?

Prolisso o non prolisso non volevo esser troppo teorico ed utopista scratch study

Saluti a tutti!!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
americo
Admin
avatar

Numero di messaggi : 3490
Età : 53
Localizzazione : frosinone
Umore : sereno
Data d'iscrizione : 02.09.07

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 13 Gen 2011 - 7:01

Brevemente io non riesco nemmeno a pensare di pescare dei pesci pieni di uova, e difficilmente riesco a pensare di prendere lucci in ambienti costipati e non naturali.....
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.ipike.it
.Daniele.

avatar

Numero di messaggi : 3402
Età : 42
Localizzazione : Monterotondo(Roma)
Umore : Più che positivo
Data d'iscrizione : 19.08.08

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 13 Gen 2011 - 16:08

Questione calda...caldissima...

cmq...voglia a parte ,la mia passione a 360° mi permette di dirotare le attenzioni anche su altri pesci...

questi ultimi tempi ho capito cosa vuol dire essere disturbati mentre si sta "fregando"....

Benedetti Figli... Razz Razz Razz Razz Razz Razz pig pig pig pig pig pig pig

apparte quello avendo abbracciato da poco la pesca al Pike ,mi è stato subito insegnato ,quindi mi viene del tutto naturale astenermi dal pescare...

ma lo facevo già con altre tipologie...nel senzo che ,non invedendo i letti di frega ,stavi li seduto ad aspettare che qualche ciprinide si attaccasse ...

anche perchè in quei momenti non ti calcola nessuno...(i pesci)...

per quanto riguarda i laghi a pago ,discorso che non mi tocca per scelta personale ,non ci vado perchè mi piace vivere la pesca in altro modo...

differente sarebbe il discorso laghi gestiti in modo leale...
fermi la pesca del Luccio e immetti trote...anche perchè non si puo discutere su argomentazioni dove ci sono di mezzo i soldi...per ME...meo pensieru...

_________________
...SORCIO76......Pesco praticando C&R... ...e lo faccio pescando a 360°......il Tevere nel cuore...

Mio padre mi raccontava che suo nonno, alla tenera età di 80 anni, era intento a piantare un piccolo melo. Gli domandarono che lo faceva a fare e lui rispose: "è per chi verrà". Io su quella pianta mi ci sono arrampicato e ci facevo l'altalena.
Jakko
Io preferisco prendere dei pesci senza sapere esattamente il perché che non prendere dei pesci e sapere esattamente il perché
Manni

...Aderisci anche TU...IO sono il 1°...***Manni Fans Club***Manni Fans Club***Manni Fans Club***
www.studiogeta.it
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
manni

avatar

Numero di messaggi : 705
Età : 57
Localizzazione : Bauzanum
Umore : if you obey all the rules you miss all the fun
Data d'iscrizione : 08.06.10

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 13 Gen 2011 - 17:01

Sono d´accordo con Daniele e Americo
ci sono altri pesci da pescare quando il ns. amato pike é in frega, giá ce ne sono pochi ma lasciamoli in pace quando depongono le uova !

manni
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Turo

avatar

Numero di messaggi : 588
Età : 36
Localizzazione : Prato
Umore : Armonico
Data d'iscrizione : 27.08.10

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 13 Gen 2011 - 17:42

SORCIO76 ha scritto:
Questione calda...caldissima...
cmq...voglia a parte ,la mia passione a 360° mi permette di dirotare le attenzioni anche su altri pesci...
questi ultimi tempi ho capito cosa vuol dire essere disturbati mentre si sta "fregando"....
Benedetti Figli... Razz Razz Razz Razz Razz Razz pig pig pig pig pig pig pig
Ah ah ah ah...sai com'è...chi "semina" prima o poi "raccoglie" (sempre a 360°) Very Happy Very Happy

SORCIO76 ha scritto:

differente sarebbe il discorso laghi gestiti in modo leale...
fermi la pesca del Luccio e immetti trote...anche perchè non si puo discutere su argomentazioni dove ci sono di mezzo i soldi...per ME...meo pensieru...

D'accordissimo, ma il bello è anche questo non trovate?

Visto che noi siamo diversi da "loro" e non abbiamo interessi economici o personali possiamo esprimerci senza puntare il dito ma semplicemente dicendo il nostro punto di vista.
Io assumo come variabile fissa e indipendente le scelte di un gestore di chiudere o meno la pesca al luccio durante la frega (questo non si discute non cè possibilità di azione), mentre mi concentro sulla scelta del "cliente medio" del lago (come sono io e potrebbe essere chiunque di noi) se cede o viceversa, frenato dall'etica o da qualsivoglia motivazione, non cede alla tentazione...

Io credo che un pescatore "serio" debba gioire anche di queste pause e sono in linea di principio d'accordo con te, Americo e Manni.

Ps. che bello "fregare"... pig pig pig
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
samupike

avatar

Numero di messaggi : 744
Età : 28
Localizzazione : CASTIGLION FOSCO (PG)
Umore : luccio dipendente
Data d'iscrizione : 22.04.10

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 13 Gen 2011 - 19:21

io chiuderei i laghetti a pagamento perchè tolgono i pesci da ambienti naturali per far divertire la gente in una pozza d' acqua,e ribadisco io li chiuderei tutti...scusate la drasticità ma qui al trasimeno è un vero scandalo e questo è uno dei motivi che ha portato lo spegnimento di questo meraviglioso lago che fino a qualche anno fa(purtroppo ancora ero piccolo e non pescavo)regalava emozioni su tutte le tecniche e discipline di pesca!!!!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Pietro
Bass Maniaci
Bass Maniaci


Numero di messaggi : 1842
Età : 45
Localizzazione : Lodi
Umore :
Data d'iscrizione : 02.01.09

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 13 Gen 2011 - 19:22

Ma lascia perdere "etica personale"....proprio tu ....ma per piacere....abbi il buongusto!!!!

Proprio tu devi aprire certi argomenti.........l'ago della bilancia o il luccio nella padella appeso a un gancio.....


NON HO PAROLE....


Ultima modifica di Asterix il Ven 14 Gen 2011 - 16:23, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
.Daniele.

avatar

Numero di messaggi : 3402
Età : 42
Localizzazione : Monterotondo(Roma)
Umore : Più che positivo
Data d'iscrizione : 19.08.08

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 13 Gen 2011 - 19:25

Quando rifletto su queste cose per natura cerco sempre di trovare motivazioni...

allora mi immedesimo in un pescatore che non ha tempo ,non ha barca ,non sa dove sbatter la testa ,inconsapevole del fatto della frega...

cosa dovrebbe fare...

se avessi di questi problemi andrei alla prima occasione...

lasciarsi andare alla tentazione per un pescatore "etico"...(qui si dovrebbe scrivere un libro di 1 milione di pagine)...che sia una volta...che poi per tutto l'anno fa suo C&R ,cura del pesce ,e mille grattacapi...

cosa gli possiamo imputare...sicuramente non è giusto...ma qual'è poi il giusto...
l'educazione piscatoria...
predisposizione a far suoi certi comportamenti...
sono tutte cose che si recepiscono con il tempo e con il diffondere "il giusto"...
sicuramente prima di impiccare ,forse è meglio insegnare ,far capire...

ma ripeto nei laghi a pago diciamo di basso livello...quale etica si può mettere in atto...

differente è il discorso di chi ha voglia di passare una giornata nei laghi gestiti in un certo modo...frequentati da persone in un certo modo...
che magari li sul posto si accorgono che i pesci stanno fregando e gli scatta la vena ,richiudono tutto e rimangono li a guardare...

non c'è un orologio per Noi...solo per loro che sanno quando iniziare e quando finire...

sta al pescatore farsi 2 conti tra se e se...e dirsi quanto mi costa lascia stare adesso...
quello che sta succedendo oggi me lo ritrovo domani...
una bella femmina di oltre un metro ti da tanto...si ma tanto pesce...

se 2 mesi stiamo tranquilli e ci dedichiamo ad altro non muore nessuno...

_________________
...SORCIO76......Pesco praticando C&R... ...e lo faccio pescando a 360°......il Tevere nel cuore...

Mio padre mi raccontava che suo nonno, alla tenera età di 80 anni, era intento a piantare un piccolo melo. Gli domandarono che lo faceva a fare e lui rispose: "è per chi verrà". Io su quella pianta mi ci sono arrampicato e ci facevo l'altalena.
Jakko
Io preferisco prendere dei pesci senza sapere esattamente il perché che non prendere dei pesci e sapere esattamente il perché
Manni

...Aderisci anche TU...IO sono il 1°...***Manni Fans Club***Manni Fans Club***Manni Fans Club***
www.studiogeta.it
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Andrea Apecchio



Numero di messaggi : 39
Età : 33
Localizzazione : Apecchio
Umore : bagnato
Data d'iscrizione : 08.01.11

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 13 Gen 2011 - 22:22

d'inverno di solito nei mesi freddi appendo le canne al chiodo più per mancanza di soci che altro.
parlando generalmente nei periodi di frega di un determinato pesce mi dedico ad un'altro, come daniele abbraccio più tecniche di pesca. scalpito a pensare che a febbraio riapre la trota in torrente. il martedì e venerdi la trota non si può pescare, si va a cavedani. con il caldo non mangiano?? ci sono carpe e siluri. la carpa a giugno è in frega, si va a spinning al torrente. a gennaio la pesca alla trota e al luccio è chiusa si va carpe.
andare nei laghi a pago?? me ne sto a casa. ricordo che nella stra grande maggioranza dei casi alimentiamo un mercato illegale, che sia di lucci, carpe o qualsiasi altro pesce.
se qualcuno vuole andarci che faccia pure, ma almeno si abbia il buon senso di rispettare il pescato nei periodi di frega se ci definiamo etici.
se siete mono tecnici, in questo caso lucciofili, quando c'è la frega, che sia legislativa e non, ricordo che non sempre il periodo legale corrisponde con quello biologico, state a casa e per scaldarvi fate di più all'amore, magari riuscite a placare le nostre voglie piscatorie e non solo. Very Happy Very Happy
rispetto molto questa cosa, sia per l'etica che per altri ovvi motivi Very Happy Very Happy Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.studiogeta.it
Pikefer

avatar

Numero di messaggi : 197
Età : 29
Localizzazione : ROMA
Umore : Variabile
Data d'iscrizione : 31.03.08

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Gio 20 Gen 2011 - 19:57

Nei laghi a pago (intendo laghetti di pesca sportiva) per me non c'è etica che regge, essendo il lago a pago per definizione contro ogni tipologia di etica piscatoria moderna e al passo con le esigenze attuali di salvaguardia...
è un luogo creato appositamente per i padellari, per i pescatori improvvisati (ma in generale in inverno sono frequentati da ogni tipologia di pescatore) dove i pesci vengono immessi con l'unico scopo di essere poi pescati dai frequentatori del lago. se ci soffermiamo a pensare, è un luogo decisamente triste.
in fin dei conti, in questo periodo nei laghetti a pago capita di incocciare in trote magari appena immesse dal gestore, stragonfie di uova, che rilasciano il loro carico una volta agonizzanti sul prato.. si dovrebbe smettere di pescare anche quelle? diciamo piuttosto che il lago a pago in se è un qualcosa di profondamente antimorale...
e come tale, non può essere oggetto di valutazioni etiche sul comportamento tenuto da coloro che ci pescano.
beninteso, vi sono fior fior di "laghetti" che seppur a pagamento poco hanno a che vedere con qualsivoglia laghetto sportivo al quale prima mi riferivo.
il laghetto sportivo e il suo squallore (che di tanto in tanto in inverno non mi vergogno di frequentare) è reso tale unicamente dal tipo di GESTIONE e REGOLAMENTAZIONE che lo interessa, e di riflesso anche dal tipo di pescatore che lo frequenta.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
.Daniele.

avatar

Numero di messaggi : 3402
Età : 42
Localizzazione : Monterotondo(Roma)
Umore : Più che positivo
Data d'iscrizione : 19.08.08

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Ven 21 Gen 2011 - 6:14

A ME ragazzi ripeto...
il discorso non mi tocca minimamente...ho un amico che ha un lago a pago e potrei essere li ogni giorno ,ma non ci vado...
organizzano garette ,non ci vado...
perchè è dentro che ti nasce la cosa ,dopo che hai capito cosa vuol dire pescare...
e le parole sull'etica mi stanno bene tutte ,tutte belle...

però adesso sinceramente David...senza polemica...potevi risparmiartela...
questo post lascia il tempo che trova ,e qualcuno se fa girà le scatole ,e cià ragioneeeeeeee
te le cerchi...Suspect

cmq...

ripeto...tutto bello...

ma forse non mi sono spiegato bene...ho cercato di farlo passare velatamente...ma in alcuni casi il toro va preso per le corna...

se IO avessi problemi...
sedia a rotelle ,come c'è mancato poco nel 2002...avessi problemi motori...

non avessi la fortuna che hanno molti di scaricare barche ,e vivere la pesca in quel modo...
dove pensate che mi rifuggerei...

nei laghi belli dove la regione o un comune ha creato una piattaforma dedicata x scivolare la barca ,non esiste x Noi ,che possiamo destricarci...
figuriamoci x chi non lo può fare...

impatto ambientale...
cosa può impattare uno scivolo largo 2 mt e lungo 4-5 mt ,magari anche dedicato per chi non ha la fortuna che ho IO di camminare...
nella maggior parte dei laghi che frequento ci sono piloni di ponti in cemento...

per questo vi dico ,tutte belle parole...
ma poi ci sono casi dove le parole vanno messe da parte...
non ce l'ho con nessuno sia chiaro ,ma m'immedesimo in chi potrebbe passare delle giornate magari a leggere perchè ama la pesca e non ci può andare ,per ovvi motivi...
e si ritrova magari catalogato...
forse il problema non esiste ,forse sono IO che mi faccio i problemi nel pensarlo...

poi sul discorso che si alimentano certi schifosi...quello lo penso
che non c'è etica che regge...quello lo penso...

se ci fossero alternative x chi ha difficoltà...forse anche queste pozze sarebbero limitate...
pozze ben gestite...va bene...magari però a 300-400km...da fare per andare a pescare...
x questo non adoro gli estremismi e gli estremisti...
c'è sempre una via di mezzo...sfruttiamola...
ripeto non ce l'ho con nessuno...in alcuni argomenti...vorrei fosse usato solo un po' più di tatto che automaticamente si trasformerà in RISPETTO...
x questo userei la via di mezzo...

sia chiaro che chi ha tutte le corde apposto e i connotati ,e va nei laghi a pago...
per ME si stà perdento tutta la Pesca...e non lo capisco...

è scontato aprire un post e dire ,lago a pago eticamente è sbagliato...
che ci vuole...

_________________
...SORCIO76......Pesco praticando C&R... ...e lo faccio pescando a 360°......il Tevere nel cuore...

Mio padre mi raccontava che suo nonno, alla tenera età di 80 anni, era intento a piantare un piccolo melo. Gli domandarono che lo faceva a fare e lui rispose: "è per chi verrà". Io su quella pianta mi ci sono arrampicato e ci facevo l'altalena.
Jakko
Io preferisco prendere dei pesci senza sapere esattamente il perché che non prendere dei pesci e sapere esattamente il perché
Manni

...Aderisci anche TU...IO sono il 1°...***Manni Fans Club***Manni Fans Club***Manni Fans Club***
www.studiogeta.it
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
manni

avatar

Numero di messaggi : 705
Età : 57
Localizzazione : Bauzanum
Umore : if you obey all the rules you miss all the fun
Data d'iscrizione : 08.06.10

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Ven 21 Gen 2011 - 13:00

49 anni di etá, oltre 35 anni di pesca alle spalle, mai fatto una gara di pesca mai stato in un laghetto a pagamento e me ne vanto !
Preferisco risalire un piccolo torrente con l´ultraleggero e prendere trotelle selvatiche e ruspanti che iridee clonate da 5 kg !

manni
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Turo

avatar

Numero di messaggi : 588
Età : 36
Localizzazione : Prato
Umore : Armonico
Data d'iscrizione : 27.08.10

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Ven 21 Gen 2011 - 17:14

SORCIO76 ha scritto:
A ME ragazzi ripeto...
però adesso sinceramente David...senza polemica...potevi risparmiartela...
questo post lascia il tempo che trova ,e qualcuno se fa girà le scatole ,e cià ragioneeeeeeee
te le cerchi...Suspect

Si dai, mica era per sollevare polemiche inutili, era solo per far due chiacchiere...
ovvio che c'è subito qualche testa calda che la butta sul personale...ma ci stà pure questo come dici giustamente tu...
cmq mi è piaciuto l'intervento tuo e quello di pikefer...
per me può anche bastare così...
Grazie a chi ha risposto!
Saluti Surprised

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
.Daniele.

avatar

Numero di messaggi : 3402
Età : 42
Localizzazione : Monterotondo(Roma)
Umore : Più che positivo
Data d'iscrizione : 19.08.08

MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   Sab 22 Gen 2011 - 22:45

turopuro ha scritto:
Visto che noi siamo diversi da "loro"

Credo sia questo il punto cardine dove io credo che Tu abbia sbagliato...
e dove poi ,come le chiami Tu ,teste calde si scaldano...

evidentemente qualcuno a pensato che questa frase potesse essere associata anche alla propria persona...
del tipo Noi...Loro...
esprimere un pensiero è sacrosanto...ma espresso così ,sembra che tutti la pensino come Te ,e sai benissimo che non è così...con quella frese è come se si facesse di un erba tutto un fascio...e alcuni non si vogliono mischiare ,al tuo pensiero ,o espressione ,o affermazione...

non so se mi sono espresso...IO l'ho letta così...
ecco perchè magari qualcuno si scalda...direi anche giustamente...

rileggi la risposta che ti ho dato ,dopo che hai aperto questo 3D...
la prima frase...

che dici sono un veggente...???...

chiudiamo adesso sennò seminiamo su un terreno sterile...

la questione secondo Me ,non è chiudere i laghi a pago...
ma creare delle leggi appropriate per non far volare il pesce da una parte all'altra...
cosa che succede perchè nessuno se nè mai preoccupato...

avere delle armi in mano per poter combattere questo fenomeno...
isolare chi fa da autista ,che spesso e volentieri sono i pescatori stessi...
che si riempiono la bocca magari con l'etica...ma poi...

oggi comincia a muoversi qualcosa ,le associazioni di pesca si riuniscono ,dialogano ,lavorano insieme ,combattono insieme o parallelamente...

finchè non bastoni ,alcuni non recepiscono...

ETICA...una parola immensa che racchiude tantissime sfaccettature...

il mondo è pieno di ambientalisti...ma il mondo degrada ogni giorno...
oggi il Luccio è in serio pericolo...e con gli anni chi c'era prima e che oggi abbaia tanto...
perchè non ha mosso un dito...erano soli ? erano isolati ? voglio dire ,oggi tutti sappiamo dire o fare o consigliare...

servono i fatti ,abbaiare non serve a niente...oggi sono nate delle realtà x combattere tutto quello che non ci piace...
informatevi e muoviamoci tutti insieme ,potremmo cambiare qualcosa...

quindi da questo 3D abbiamo appreso che :

1° alcuni non vanno nei laghi a pago
2° alcuni ci vanno e ignorano la frega
3° alcuni fanno i furbi ,dicono di no , e invece ci vanno
4° alcuni non potendo "muoversi liberamente" ne sono costretti
5° mancano alternative
6° mancano i mezzi per le alternative
7° mancano forse dei posti sul territorio

in questo dove possiamo infilare l'etica...???
chi veramente può parlare di etica...???
non tutti possono parlare di etica...

quando tutti si comporteranno educatamente
quando tutti rispetteranno le regole
allora si potrà puntare il dito e riconoscere il pescatore etico...
naturalmente la Mia è semplice utopia...e soprattutto un "secondo me"è così...

Very Happy Very Happy Very Happy ...

_________________
...SORCIO76......Pesco praticando C&R... ...e lo faccio pescando a 360°......il Tevere nel cuore...

Mio padre mi raccontava che suo nonno, alla tenera età di 80 anni, era intento a piantare un piccolo melo. Gli domandarono che lo faceva a fare e lui rispose: "è per chi verrà". Io su quella pianta mi ci sono arrampicato e ci facevo l'altalena.
Jakko
Io preferisco prendere dei pesci senza sapere esattamente il perché che non prendere dei pesci e sapere esattamente il perché
Manni

...Aderisci anche TU...IO sono il 1°...***Manni Fans Club***Manni Fans Club***Manni Fans Club***
www.studiogeta.it
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...   

Torna in alto Andare in basso
 
Quando l'ago della bilancia è soltanto l'etica personale...
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» integratori
» Quando cambiare corde?
» Mi rimetto alla clemenza della corte
» Monofilamenti : Quando avviene la "Morte della Corda?"
» Ogni quanto rifate le corde?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
.::Esox Mania Forum::. :: Normative ed ecologia-
Vai verso: